13 febbraio 2014

Campionato italiano staffetta

Altro appuntamento importante per la stagione crossistica è il campionato italiano a staffetta. Quest'anno è stato organizzato egregiamente dal team Skorpioni, presieduto dalla biker Alessia Della Valle e dal team manager Alberto Ballotta. Ottima anche la location, in quel di Golasecca, ospitati nella tenuta di Giuliana Tovaglieri, nota biker. Un percorso ottimamente tracciato, molto vario e duro, con ampie corsie dove nessuno si è potuto lamentare per i sorpassi.
Anche questa volta ho corso a fianco dell'amica Bellatti Sabrina che nelle ultime gare aveva ben figurato. La mia condizione non era ottimale, reduce da una settimana di aerosol e da stanchezza per aver corso tutta la stagione. Decidiamo insieme che sarà lei a partire per prima, in modo che se ci avessero raggiunte i superA, lei avrebbe fatto un giro in più, proprio per la mia condizione respiratoria.
Dai rulli ho assistito ad una partenza scoppiettante, ad opera di Masin, che su questo percorso asciutto, ha dimostrato di aver stoffa e gambe. Sin da subito ha messo tra la sua bici e quella dell'Etossi, qualche metro di distacco, che poi amplierà di giro in giro anche grazie alla sua compagna di avventura Christiane Koschier, ragazza già nota a me, perchè è la sorella di una mia ex compagna di squadra di quando ero elite.
La mia compagna è in terza posizione con qualche metro di svantaggio da Simona Etossi, vincitrice il giorno prima nella staffetta mtb, in coppia con Angela Agazzone. Ci diamo il cambio e parto a tutta e nel giro di qualche centinaio di metri vado a chiudere sulla compagna di Simona, Barbara Fanchini. Affrontiamo la parte in discesa e noto che lei tende a frenare di più, così cerco di sorpassarla e verso la fine di quel tratto mi porto in seconda posizione. Ai piedi della salita però, le gambe sembrano non volerne più sapere ed il ritmo cambia, mi incarto, sono appesantita, il fiato si fa corto e il respiro "rantola". Barbara si riporta davanti e nel tratto dei filari, riesce a darmi qualche metro; tengo duro e giungo a dare il cambio a Sabrina. Io sono totalmente ko, salgo sui rulli e cerco di sciogliere e riprendere fiato. La sensazione non è delle più rosee, in cuor mio so che oggi è solo una gran fatica, se vogliamo puntare al titolo, la differenza la può fare solo la mia compagna. Non so come stia affrontando il giro, l'occhio non vede la parte centrale del percorso, quindi ci sarà un effetto sorpresa! Purtroppo la situazione peggiora ed abbiamo altri metri in più da chiudere. Riparto ma non ho nemmeno più il ritmo del giro precedente, vado a tutta ma come mi è stato detto, oggi sembra che ci sia qualcuno che mi tiene dalla sella, più di così non riesco ad andare!
Concludiamo in terza posizione, davanti a noi Etossi-Fanchini (campionesse italiane) e prime assolute le bravissime Masin-Koschier, che purtroppo non possono vestire la maglia tricolore in quanto non appartenenti alla stesso comitato.
A questo punto sorge spontanea un'osservazione, che tra l'altro ho sentito fare da più persone direttamente interessate. Per quanto riguarda la categoria Woman, visto che siamo già in poche, non sarebbe male estendere la coppia alla regione, così da dare la possibilità a a tutte le donne di competere. Questa è solo un'osservazione che non so a livello di regolamento, se sia più o meno gestibile.



Classifica:

1 Masin - Koschier
2 Etossi - Fanchini
3 Cortinovis - Bellatti
4 Corazza - Granzotto
5 Micheletti - Bertocco
6 Perletti - Rossi


Links



Nessun commento: