17 gennaio 2013

Dalmine

foto Gimmelli
Eccomi qui a raccontare brevemente l'ultima gara che ho svolto in quel di Dalmine. Era la prima volta che la carovana del cross si spostava nel bergamasco, per cui era tutto un'incognita.
Davanti ai miei occhi si è presentato un mega piattone, interrotto solo da alcune cunette e da due serie di ostacoli. Le curve c'erano, ma larghissime e poco tecniche. Un percorso per ruote veloci, tant'è che ci sono state alcune volate.
Una volta incolonnati per la partenza, un giudice dice: "i doppiati devono ritirarsi". Non l'avesse mai detto, si è sentito un ronzio di esclamazioni molto simpatiche. Probabilmente questo signore è abituato ai circuiti su strada. Poi voleva far partire noi donne con i superA e B; ma ci siamo opposte, perchè sarebbe stato un casino già dopo 100 metri di percorso. Partono i super e dopo una decina di secondi, inaspettatamente, fanno partire anche noi. Come non detto! Alla prima curva raggiungiamo alcuni super, c'è chi riesce a sorpassarli e chi no... e alla prima rampa, un disastro totale. Siamo dovute scendere a piedi, mentre alcuni arrancavano, altri cadevano ed altri ancora con "nonchalance" passavano sotto alle fettucce. All'inizio non ci ho fatto molto caso, ma poi è successo anche nel giro successivo, in un punto dove i furbetti guadagnavano quei bei 300 metri di percorso. Ammazza che fenomeni!!! Anche altri crossisti della mia partenza hanno notato questa irregolarità. Io non ho proprio più parole per questa gente che inganna prima che gli altri, se stessi. Giudici dove siete? Mi auguro che all'italiano ci sia qualche controllo in più, visto che è una gara di diversa importanza.
Torno a me. Partita in quarta posizione, arrivo all'imbuto e perdo subito concentrazione, faccio due giri a poca distanza dalla terza, poi cala tutto e continuo la gara senza obiettivi. Pedalo, curvo, pedalo, salto gli ostacoli, pedalo, cerco il contagiri e non c'è... qualcuno mi sgrida e continuo a pedalare e così via fino all'arrivo. Una vera garaccia, come ogni anno ad un certo "punto" della stagione.
La prima a tagliare il traguardo è stata la mia compagna Sabrina Bellatti che ha fatto una gara da paura, battendo la vincitrice di quasi tutte le competizioni, Barbara Fanchini.

Ottime le premiazioni e il ristoro.

Tra tre giorni ci sarà il campionato italiano a Borgo d'Ale, il percorso è stato un po' modificato e non presenterà più il fantastico tratto a piedi, anche se resterà per alcuni tratti molto dispendioso. Comunque sia, speriamo almeno che il resto si infanghi, così ne vedremo e faremo delle belle!


Classifica:
1^ Sabrina Bellatti
2^ Barbara Fanchini
3^ Simona Etossi
4^ Cristina Cortinovis
5^ Clara Perletti
6^ Lucia Rossi


Links:

Nessun commento: